Mercoledì 8 febbraio 2012

Rifugio Ferraro 2080 m.

Val d'Ayas (AO)


Ritrovo partecipanti
Ore:
Direttore gita

Gruppo Senior

Dati della gita
Partenza:Saint-Jacques 1296 m.
Durata:3h
Dislivello:531 m.
Difficolta':EAI
Attrezzatura:ciaspolata
Informazioni Meteo

Caratteristiche della gita

Introduzione

Il rifugio Ferraro è situato in valle d’Ayas e, più precisamente, all’imboccatura del Vallone di Bettaforca, che collega la val d’Ayas con la val di Gressoney.La località di Resy, dove è situato il rifugio, è particolarmente famosa in quanto si tratta di un abitato walser ottimamente conservato, ed abitato ancora oggi, ma solo nei periodi estivi.Anche il rifugio è stato edificato su una struttura di architettura Walser, come testimoniano le iscrizioni sull’architrave all’ingresso (oltre al celebre 4 “marchio” del popolo Walser è ben visibile un’ iscrizione riportante l’anno di costruzione: 1560).Inoltre, sempre a Resy, convergono ben tre itinerari storico/escursionistici: - il grande sentiero Walser, che seguendo i principali abitati del famoso popolo alpino, consente di conoscere oltre agli usi ed ai costumi, anche la bellezza dei paesaggi del loro ambiente e la loro grande intelligenza colonizzatrice. – Le alte vie del monte Rosa n° 1 e n° 2 consentono di conoscere a fondo i versanti italiani della celebre montagna - Infine il Gran Tour del Monte Rosa guida escursionistica al completo trekking attorno al Rosa, tra Italia e Svizzera.

Percorso stradale

Autostrada A5.Uscire al casello di Verrès seguire le indicazioni per Champoluc e Brusson e, dopo aver attraversato parte dell’abitato di Verrès, ci si immette sulla strada regionale che risale tutta la valle di Ayas fino all’abitato di Saint-Jacques

Escursione

Lasciata l’auto nel parcheggio ci si incammina seguendo la stradina che si incunea nel villaggio nei pressi della chiesa e costeggia il torrente Evancon sino a Blanchard.Quì si oltrepassa un ponticello sulla sinistra e si incontra la palina segnaletica che indica l’inizio dell’itinerario.Indossate le ciaspole, si risale un primo tratto di sentiero abbastanza ripido che ci porta in pochi minuti in uno spiano, qui si svolta a destra e si varca un secondo ponticello di legno.Si risale un pendio coperto da larici seguendo le tracce del sentiero, evidente anche sotto il manto nevoso, ed in una ventina di minuti, si raggiunge il bivio per il piccolo villaggio di Fièry mt. 1879.Si prosegue a destra risalendo un breve tratto di sentiero che conduce quasi immediatamente ad una radura dove è localizzata la Casa Alpina, si segue il sentiero costeggiando dei caseggiati e, dopo aver lasciato sulla destra un alpeggio, si riprende la risalita nel bosco di larici.Dopo una serie di tornanti nel bosco il sentiero tende verso destra e spiana leggermente:ormai si è giunti nei pressi del piano.Lasciati gli ultimi larici solitari davanti a noi si apre uno spettacolo meraviglioso: Polluce e Castore si ergono maestosi al nostro orizzonte.Appena entrati nel pianoro di Verra si incontra un ponticello sul torrente Verra, lo si oltrepassa e ci si porta sulla sinistra orografica della valle.Si percorre la pista in leggera discesa sino ad incontrare un pannello che indica la deviazione per il rifugio Ferraro.Si volta a sinistra e si inzia a risalire il bosco di larici tenendosi a mezza costa sui pendii del Palon di Resy.Terminato il breve tratto in salita si fuoriesce dal bosco e, puntando verso est, ci si dirige verso il villaggio di Resy, all’interno del quale troviamo il rifugio Ferraro.

Cartografia

Kompass 1:50.000 n° 87 Breuil Cervinia - Zermatt