Mercoledì 7 novembre 2012

Monte Berlinghera 1930 m.

Prealpi Lariane (CO)


Ritrovo partecipanti
Ore:
Direttore gita

Gruppo Senior

Dati della gita
Partenza:San Bartolomeo 1204 m.
Durata:5h a/r
Dislivello:730 m.
Difficolta':E
Attrezzatura:escursionistica
Informazioni

Caratteristiche della gita

Escursionistica

Introduzione

Escursione semplice che, con un dislivello poco impegnativo, conduce alla vetta panoramica del Monte Berlinghera, balcone sull’alto Lario, dal quale si può ammirare la parte alta del lago di Como, il lago di Mezzola e la Val Chiavenna.Situato nella parte sud-orientale della catena Mesolcina, nelle Alpi Lepontine, il monte Berlinghera si affaccia nel sottostante lago di Mezzola e la sua conformazione geologica offre un piacevole pendio prativo ad est, una rocciosa cresta ad ovest e un aspro e tetro baratro verso nord in direzione della sottostante Val Meriggiana.Il percorso, semplice e divertente, permette di raggiungere la vetta in poco più di due ore.Dalla sua cima lo sguardo spazia notevolmente, verso ovest in direzione dell’aspro Sasso Canale, a nord verso Chiavenna ed il Pizzo Stella, ed est in direzione della Val Codera e delle cime della Val Masino;verso sud lo sguardo si perde invece nel lago di Como e nei monti che lo contornano.

Percorso stradale

Da Parabiago raggiungere Arosio ed imboccare la superstrada per Lecco SS36 e percorrerla tutta sino al termine. Proseguire ora verso Chiavenna per un circa 2 Km, dove si trova la deviazione per Menaggio/Como che si segue varcando il ponte e raggiungendo Gera Lario. Qui svoltare a destra seguendo le indicazioni dapprima per Carceno, poi per Bugiallo ed infine, svoltando a destra all’ultimo bivio, per San Bartolomeo (attenzione alla strada stretta ed ai tornanti a gomito) ove si parcheggia. Km 130 ~ 2h10’

Escursione

Lasciata l’auto si prosegue a sinistra della strada asfaltata seguendo la palina segnavia per l’Alta Via dei Monti Lariani, risalendo senza troppe difficoltà nel bel bosco di abeti, faggi e querce. Si intercetta più a monte la strada sterrata agro – silvo – pastorale, seguendone l’itinerario verso sinistra. Entrando nella Valle Scura si raggiunge poco oltre l’Alpeggio di Pescedo e l’Alpe di Mezzo (1540 m., 1 ora). Oltrepassato il torrente e portandosi sul suo lato sinistro idrografico si abbandona l’Alta Via del Lario, proseguendo in direzione dei pali dell’alta tensione. A mezza costa sul lato sinistro della valle che risale alla Bocchetta di Chiaro (proprio in fronte a noi) si intercetta una traccia di sentiero che in breve ci conduce proprio alla Bocchetta (1666 m. 1 ora e 30’), antico passaggio (sin dal 1512) tra la Val Chiavenna (dominata dai Grigioni) ed il Ducato di Milano. Lasciata la sella si affronta la cresta ovest del Monte Berlinghera, dapprima in un bel bosco di aghifoglie e rododendri poi, giunti ad una croce ferrea (1830 m., 15’), su prato e, nell’ultimo tratto tra sfasciumi e roccette. In breve si è sulla cima del monte (1930 m., 30’), ove si trovano i resti di una cappella degli alpini smembrata e distrutta probabilmente da un fulmine (il tetto in cemento armato giace scagliato dalla forza esplosiva ad una decina di metri di distanza).Il ritorno avverrà seguendo a ritroso lo stesso itinerario di salita o, alternativamente, seguendo un sentiero diretto dapprima verso S e, una volta entrati nel bosco, piegando decisamente verso O fino alle baite dell'alpe Pescedo 1559 m, da cui riprenderemo il sentiero fatto all'andata.

Cartografia

Kompass – Val Chiavenna-Val Bregaglia 1:50.000