Mercoledì 13 marzo 2013

Massa del turlo 1959 m.

Val Mastallone (VC)


Ritrovo partecipanti
Ore 7.00
Piazza Mercato
(Via Ugo Foscolo)
Con auto proprie
Direttore gita

Per informazioni rivolgersi in sede
Dati della gita
Partenza:Alpe le Piane m. 1222
Durata:5h a/r
Difficoltà:EAI
Attrezzatura:Invernale
Dislivello:750
Esposizionesud
Informazioni Strada          Meteo

Caratteristiche della gita

Escursione in ambiente innevato

Introduzione

La montagna è situata sul crinale che divide il bacino del Sesia da quello dello Strona; verso nord l'evidente insellatura del Passo della Forcolaccia (1.853 m) la separa dall'omonimo Monte Forcolaccia (2.034 m). Lo spartiacque principale prosegue verso sud-est verso La Mazza (1.811 m) e il Colle del Campo (1.571 m). In direzione sud-ovest dalla Massa del Turlo si origina invece l'evidente dorsale che separa la Val Sabbiola dalla Val Bagnola, entrambe rami laterali della Val Mastallone.[1] Sulla cima della montagna, prevalentemente erbosa, sorge un'alta croce metallica. Questa fu posizionata nel giugno del 1982 in sostituzione di quella preesistente, ormai in cattivo stato.[2] In vetta è anche collocato il punto geodetico trigonometrico dell'IGM denominato Massa Del Turlo .[3] La Massa del Turlo, ben individuabile anche da lontano, è una delle mete escursionistiche più note e frequentate della zona sia per la relativa facilità dell'accesso sia per l'ampio panorama che si gode dalla cima.[4] Oltre che il vicino Monte Rosa questo comprende anche montagne come Mischabel, Weissmies, Monte Leone e Resegone, i laghi d'Orta e Maggiore e nelle belle giornate lo sguardo può arrivare fino a Milano.

Percorso stradale

Uscire dall'autostrada A26 a Romagnano Sesia-Ghemme. Proseguire in direzione Varallo lungo la superstrada SS299. A Varallo imboccare a destra la strada per la Val Mastallone e seguirla per circa 4 chilometri, facendo attenzione ad imboccare, sempre a destra, la deviazione per Cervarolo. La strada diventa più stretta e risale a tornanti, poi entra nella valle. A Cervarolo seguire l'indicazione rifugio Alpe Piane raggiunto il quale si parcheggia ai bordi della strada.

Escursione

Dalle baite di Malga Alta di Pora (m. 1498) si sale lungo la strada che porta alla fossa (vecchia partenza della sciovia), si supera un piccolo pendio dove si prosegue lungo il sentiero che porta alla partenza dell’ancora (l’impianto sciistico che raggiunge il Monte Pora). Proseguendo lungo gli impianti, si giunge all’arrivo della seggiovia del Vareno. Piegando a sinistra, per un ultimo pendio si raggiunge la cima del Monte Pora (m. 1880) stupendo panorama che spazia dalla Valle Camonica al lago d’Iseo e poi verso la Val Cavallina e la Val Seriana.

Cartografia

I.G.C. Monte Rosa-Alagna e Macugnaga-foglio n° 10 - 1:50.000