Mercoledì 8 maggio 2013

Corna Camoscera 1343 m.

e ferrata Madonnina Coren (BG)


Ritrovo partecipanti
Ore 6.30
Piazza Mercato
(Via Ugo Foscolo)
Con auto proprie
Direttore gita

Per informazioni rivolgersi in sede
Dati della gita
Partenza:Cavaglia 837 m.
Durata:2h15' ferrata
1h30' sentiero
Difficoltà:EEA-E
Attrezzatura:Da escursionismo/ferrata
Dislivello:540
Esposizioneovest
Informazioni Strada          Meteo

Caratteristiche della gita

Escursionistica

Introduzione

Il massiccio del Còren (Monte Corvo) si trova nelle Orobie Occidentali, in provincia di Bergamo, in una valle traversa a destra della famosa Val Brembana. Si tratta di un percorso abbastanza singolare e piacevole, senza particolari difficoltà, diverso dai soliti, con una sua spiccata personalità. Infatti ci si inoltra tra le ripide pareti della Corna della Camoscera per poi terminare l’itinerario all’interno di una verticale grotta-camino che esce quasi in cima al monte.

Percorso stradale

Si imbocca a Rho l’autostrada A4 in direzione Venezia.Si prosegue sino all’uscita di Dalmine, quindi si segue la statale della Val Brembana,poco prima di San Pellegrino Terme si seguono le indicazioni a sinistra per Brembilla. Superato l'abitato si prende a destra per la frazione Cavaglia (837mt),dove si lascia l'auto presso uno spiazzo dove questa termina. Km. 87

Escursione

Attraversato il piccolo borgo si prende il sentiero n.596 che si segue nel bosco,poi su terreno più aperto. Giunti a un bivio si gira a sinistra (indicazioni "sentiero attrezzato") e con una breve salita si perviene all'attacco (1105mt-0.45h).

Ferrata>: a ferrata inizia sulla destra risalendo un canale per facili roccette,poi si salgono alcune brevi paretine ben appigliate, intervallate da brevi tratti di sentiero,ad un certo punto le catene finiscono, e un sentiero ci guida in 10 minuti all'imbocco di una caratteristica grotta-camino,che va salita in spaccata, con un piede sui pioli (a destra) e uno sulla roccia (a sinistra) ben gradinata; superato un masso incastrato (sulla parete della grotta è visibile la madonnina) con un traverso ci si porta all'uscita della grotta,che costituisce il tratto più suggestivo ed impegnativo della via. Fuori dalla grotta la ferrata prosegue risalendo 3 caminetti che portano ad un terrazzino, qui sulla sinistra parte un sentiero che porta in un paio di minuti sulla vetta, mentre prendendo a destra una catena permette di salire una breve paretina povera di appigli, che da accesso alla cresta finale che adduce in breve alla croce posta sulla Corna Camoscera (1343m) da cui si gode uno stupendo panorama.

Sentiero: giunti al bivio che indicava la ferrata a sinistra, si prende invece a destra, si segue il sentiero segnato per il Castel Regina/ Monte Foldone, che costeggia la "Corna" sulla dx fino alla selletta boscosa, si sale un breve tratto (70 m) con catene e una scaletta. si sale tra prati e boscaglia fino alla vetta del Monte Coren.