Martedì 30 e mercoledì 31 luglio 2013

Rif Giacoletti

e punta Udine e Venezia (CN)


Ritrovo partecipanti
Ore 6.30
Piazza Mercato
(Via Ugo Foscolo)
Con auto proprie
Direttore gita

Per informazioni rivolgersi in sede
Dati della gita
Partenza:1° giorno Pian del Re m. 2020
2° giorno Rifugio Giacoletti m. 2741
Durata:1°g. 2h
1°g. 2h30 salita 3h discesa
Difficoltà:E-EE
Attrezzatura:Da escursionismo
Dislivello:1°g. +750
2°g. +500 -1250
Esposizioneest
Informazioni Strada          Meteo

Caratteristiche della gita

Escursionistica impegnativa

Introduzione

Punta Venezia è una evidente punta della cresta Nord del Gruppo del Monviso, sulla linea di confine tra Francia e Italia. A Sud è delimitata dal Colle del Coulour del Porco, a Nord dal colle del Coulour Bianco, che la separa dalle Rocce Fourioun.Il nome Punta Venezia fu attribuito alla montagna dal Prof. Valbusa nel 1903. Il La sua morfologia è quella tipica della cresta nord del gruppo del Monviso: il versante orientale (Italia) è costituito da ripide pareti verticali o subverticali, mentre il versante occidentale (Francia) è costituito da un pendio ad inclinazione circa costante, ricoperto di detriti rocciosi. Dal punto di vista geologico, la montagna, come tutta la cresta Nord del gruppo del Viso, appartiene alla serie a facies piemontese del Trias-Giura (zona delle pietre verdi di Gastaldi): in particolare, è costituita da rocce eruttive effusive (prasiniti, anfiboliti, eclogiti). Punta Udine non è una punta particolarmente pronunciata, ed era senza nome quando fu salita per la prima volta. Il primo salitore, il friulano Giuseppe Morassutti, volle chiamarla Punta Udine in onore della sua città natale.

Percorso stradale

Imboccare ad Arluno autostrada A4 per Torino.Proseguire sulla tangenziale sud per Pinerolo sino al termine.Poi su strada provinciale seguire per Cavour, Barge, Paesana da dove, entrati nella valle del Po, si sale a Crissolo.Attraversato il paese si volta a destra (deviazione poco visibile) per Pian della Regina prima, e Pian del Re poi.Ampio parcheggio a pagamento.Km. 220

Escursione

1° giorno - Giunti a Pian del Re m. 2020 ,si imbocca l'itinerario per il lago Fiorenza che si raggiunge dopo 30° di marcia, un sentiero in diagonale costeggia la riva orientale del lago dove si trovano le indicazioni per il rifugio Giacoletti. Si prosegue lungo massi e pendii erbosi fino al Lago Lausetto qui si incrocia il sentiero detto la Cascata m.2500 h.1.45 dalla partenza. Si prosegue in direzione n\o fino al passo Losas, da qui si scorge il rifugio Giacoletti m.2741 h.2.30 da Pian del Re.

2° giorno - L'ascensione alle cime Punta Venezia e Punta Udine è possibile farle in contemporanea partendo dal colle Coulour del Porco. Dal rifugio parte in diagonale un sentiero verso nord su pietrame e sfasciumi, poi si segue la traccia a sx che sale il cono di detriti alla base del canalone, quando questo si stringe a formare una strozzatura si incontra la ferrata che porta al colle Coulour del Porco. Dal colle si segue il crestone di sfasciumi e rocce rotte, poco prima del salto della vetta ad un'insellatura si trova il bivacco di Punta Venezia ,superati facilmente i due spuntoni di roccia a dx e sx ci si inerpica fino all'ultimo tratto formato da un canale che ci porta fino alla croce di vetta m. 3095 h.040 dal colle. Per la punta Udine cresta nord\ovest si scende fino al colle e si segue il crestone tra massi e sfasciumi fino alla vetta m.3022 h.020 dal colle. Ritornati al Colle del Porco si ridiscende al rifugio Giacoletti e, per lo stesso sentiero fatto all’andata, si torna al Pian del Re.