06/05/2018

Santuario di San Besso


Ritrovo partecipanti
Ore:6.45
Parabiago piazza mercato
Con auto proprie
Direttore gita

Stefano Masini

3356030418
Dati della gita
Partenza:10080 Campiglia Soana TO, Italia
Durata:5h soste escluse
Dislivello:750 m.
Sviluppo:7 km
Difficolta':E - escursionistica
Attrezzatura:Da escursionismo
Informazioni

Introduzione

Itinerario tra fede e natura: l’escursione proposta al Santuario di San Besso offre, agli escursionisti, l’occasione di visitare una vallata poco conosciuta, ma ricca di fascino, storia e spiritualità

Percorso stradale

Da Parabiago, ci muoviamo in direzione di Arluno, dove imbocchiamo l’autostrada A4 in direzione Torino per poi prendere il raccordo A4/A5 in direzione Aosta, fino all’uscita di Ivrea. Una volta usciti dall’autostrada, seguiamo le indicazioni per Ceresole/Pont Canavese. Giunti a Pont, attraversiamo il centro abitato fino a trovare una deviazione per VALLE SOANA. Dopo una strada tortuosa, superiamo Ronco Canavese, Valprato Soana e infine arriviamo alla frazione di Campiglia Soana, dove termina la strada. È presente un grosso parcheggio di fronte all’Albergo Gran Paradiso. Km. 150 - ore 2.00 circa.

Escursione

Dal parcheggio, percorriamo la strada sterrata che si inoltra nella Valle di Campiglia, in direzione del Pian D’Azaria. Poco prima delle Grange Cugnonà (1.511mt) è presente a destra un sentiero segnalato per il Santuario di San Besso, sentiero 625, che prende quota ripidamente, toccando i ruderi della Ca’ Nuova (1.819mt) per poi portarci nel piccolo vallone della Grangia Ciavanis (1.876mt). Da qui, sotto la rupe in fondo alla valle, appare visibile il santuario, raggiungibile tramite un comodo sentiero a tratti lastricato. Raggiunto il santuario (2.019mt), possiamo aggirare il Monte Fautenio, per salirci in cima attraverso un esile sentiero (prestare attenzione con presenza di neve e/o ghiaccio), fino alla croce di vetta (2.072mt). Per completare l’anello, scendiamo a sinistra del Santuario, lungo il sentiero 628 (indicazioni per Campiglia e Valprato). Rapidamente perdiamo quota, costeggiando il corso del Rio Fantono fino a Pugnon (1.630mt), dove, seguendo il sentiero di destra, giungiamo al bivio del sentiero di andata (il 625). Percorriamo il sentiero fino al parcheggio. Assenza di acqua lungo il percorso.

Note

Il direttore d'escursione si riserva, a suo giudizio, di variare l'itinerario proposto in base all'innevamento dei sentieri da percorrere
Quota di partecipazione gita Soci CAI € 1,00 - Per i non soci è obbligatoria l’assicurazione (€ 10,00).
Cartografia: Carta della Val Soana - foglio 05 - 1:20.000