27/06/2018

Monte Tantanè m. 2734


Ritrovo partecipanti
Ore:6.00
piazza mercato via Ugo Foscolo
auto proprie
Direttore gita

Dario Aliprandi

334-2742568 aliprandidario@libero.it
Dati della gita
Partenza:Artaz - La Magdaleine - m. 1715
Durata:6h
Dislivello:850 m.
Sviluppo:11 km
Difficolta':EE - escursionisti esperti
Attrezzatura:Da escursionismo
Informazioni

Introduzione

il Tantanè è in realtà una cima appartenente alla Valtournenche; rappresenta il punto più elevato della cresta che si separa dallo spartiacque Ayas/Valtournence in direzione est. È uno sperone di roccia ed erba raggiungibile sia da La Magdeleine (sentiero 3) sia da Barmasc via Colle Portola. Non è sicuramente una vetta frequentatissima, e il sentiero dopo il colle è evidente solo fino a un certo punto, dopo il quale è segnato a tratti e più che altro con ometti; perdersi è comunque impossibile perchè è sufficiente seguire la cresta La cresta si può dividere in due parti: il primo tratto da percorrere in direzione nord sullo spartiacque tra le due valli, e il secondo verso ovest, interamente in Valtournenche. Il primo di essi presenta l'opportunità di scegliere due percorsi differenti, uno interamente in cresta, aereo e panoramico, con lievi difficoltà tecniche, e un altro più in basso, sulla pietraia sottostante dal lato della Valtournenche, più facile. Il tratto finale è invece una via obbligata, con qualche passaggio su roccette con lieve esposizione.
Il panorama dalla cima spazia a 360° su entrambe le valli, con l'imponente sagoma del Cervino a farla da padrona.

Percorso stradale

Autostrada A5 Torino-Aosta, uscita Verres.Prendere la SR 45 per la Val d’Ayas direzione Champoluc e percorrerla sino a Corbet dove, voltando a sinistra si raggiunge Antagnod e successivamente Barmasc.Km. 160

Escursione

Si parte dal parcheggio imboccando il sentiero che si inoltra e sale nel bosco ai piedi della lunga cresta spartiacque posta a est dove si trova il Portola e lo Zerbion. Il sentiero bello largo porta al Piano delle Dame, che si attraversa per intero fino a risalire di nuovo lungo il sentiero che ritorna per un altro tratto nel bosco sopra la piccola piana. Sempre con buona pendenza si risale il lungo fianco della montagna, fino a portarsi sotto il Colle Portola, dove risalendo il sentiero a zig zag con maggiore pendenza si raggiunge finalmente il colle. Dal Colle posto a 2400 metri, si trova il palo con i cartelli sentieristici, dove noi seguiamo la direzione che ci indica per il Monte Tantané, segnato come EE; il sentiero alla nostra destra. Si percorre la facile e semi pianeggiante cresta erbosa in direzione nord.Da qui il sentiero risale la piccola e corta crestina alla nostra sinistra che rapidamente ci porta di fronte una piccola elevazione che traversiamo sul fianco sinistro. Superata questa piccola "montagnetta" si può scegliere se seguire il percorso di cresta per intero, o passare poco più sotto lungo un sentiero più comodo e meno esposto. Il primo in pratica risale la cresta e passa in mezzo ai due gendarmi di pietra, mentre il secondo ci passa di fianco e decisamente più in basso. In ogni caso i due percorsi si ricongiungono all’altezza del Colle Tantané, dove inizia la cresta di salita alla cima in direzione ovest. Da qui si prosegue interamente sulla cresta superando alcuni brevi passaggi con discreta esposizione che ci portano in vetta. Discesa per lo stesso percorso fatto in salita.

Note

Quota di partecipazione: Quota gita CAI Parabiago: Soci : € 1.00 Non soci : € 10