Programma anno 2017

apri chiudi tutto

Gennaio

Domenica 15 gennaio 2017: didattica sulla neve
Dislivello: Il CAI-PARABIAGO aderisce con forza al progetto “SICURI sulla NEVE” proponendo un'escursione didattica e non solo! Durante l'intera giornata affronteremo le problematiche di come muoversi in ambiente innevato,come sapere se il percorso è sicuro, etc... Cercheremo di rispondere a domande su come usare la racchetta da neve (ciaspola) e i bastoncini; come interpretare un bollettino...
Durata:
Difficoltà :
Relazione:Apri PDF
Mercoledì 25 gennaio 2017: ciaspolarmangiando
Dislivello: 820 La Val Divedro, offre al visitatore un'immagine di quiete, dove la natura regna sovrana e quasi appartata dalle vicende umane. Questi luoghi dimostrano come le locali popolazioni montane, per poter vivere e svilupparsi, abbiano saputo colonizzare le proprie montagne con rispetto ed amore. Grazie alla creazione del Parco Naturale Veglia Devero (primo Parco Naturale del Piemonte, istituito nel 1978) e al paziente ...
Durata: 3h solo salita
Difficoltà : EAI
Relazione: Apri PDF
Domenica 29 gennaio 2017: Capanna Bovarina (CH)
Dislivello: 855 Quest'escursione ci porta in Val di Blenio in Svizzera nel Canton Ticino, luogo ideale per una semplice ciaspolata dove i neofiti racchettatori e principianti possono apprendere come muoversi in ambiente innevato ammirando le bellissime montagne ticinesi, mentre i veterani avranno un’altra occasione per fare un'esercitazione sulle tecniche di autosoccorso in valanga. Il magnifico panorama...
Durata: 5h a/r
Difficoltà : EAI
Relazione: Apri PDF

chiudi inizio

Febbraio

Week-end sulla neve: 10-11-12 febbraio in Trentino
Invitante proposta per passare in Val Rendena (TN) e dintorni, 3 giorni all'insegna della buona cucina e dell'allegria. Si potrà sciare e/o ciaspolare a piacimento ma senza farsi mancare la possibilità di coccolarsi nelle calde acque del centro termale Val Rendena proprio a Caderzone, a soli 3 Km da Pinzolo e 13 Km dalla più famosa Madonna di Campiglio. Tanti ingredienti per rendere unica ogni giornata vissuta al cospetto delle fantastiche Dolomiti del Brenta!

Iscrizioni aperte in sede, apri il PDF
Venerdì 17 febbraio: spedizione alpinistica Pakistan
Scuola Guido della Torre: Mostra e Spedizione Alpinistica
Mercoledì 22 febbraio: Pizzo Baciamorti e Monte Araralta
Dislivello: 760 Questo anello permette di salire con relativa fatica e tanta soddisfazione le tre cime più importanti e belle della Val Taleggio una tra le più belle Valli orobiche.. Della medesima altezza le due cime, Baciamorti e Araralta, sono unite a formare un corpo unico con due elevazioni sulla cresta terminale, mentre il Sodadura, bella piramide triangolare, emerge a poca distanza. Il percorso, che si sviluppa...
Durata: 6h totali
Difficoltà : EAI
Relazione: Apri PDF
Sabato 25 febbraio: ciaspolata notturna al Monte san Primo
Dislivello: 566 Una cispolata notturna è anche un'esperienza sui rigori dell'inverno e fa apprezzare una bevanda calda bevuta in compagnia, mentre si ammirano le montagne illuminate dalla luce delle stelle e da uno spicchio di Luna, visibile solo al 3%. Le forme allungate della natura e il silenzio della notte creano un'atmosfera sospesa che ci proietta in un mondo incantato.
Durata: 5h totali
Difficoltà : EAI
Relazione: Apri PDF

chiudi inizio

Marzo

Venerdì 10 marzo: primo soccorso in montagna

Venerdi 10 marzo ore 21.00 in presso la sala distaccata dell'oratorio in via De Amicis 3 (sotto i portici) si terrà una serata sul tema "Pronto soccorso in montagna", per sapere cosa fare e non fare in caso di malessere, incidente ed altri imprevisti..

Apri il volantino
Domenica 12 marzo: ciaspolata a Realp
Dislivello:713 Quest'escursione ci porta in Valle Orsera/Urserental in Svizzera nel Canton URI, luogo ideale per una ciaspolata nel cuore delle Alpi. Realp e la vicina Andermatt, si trovano all'incrocio di importanti vie di comunicazioni che tagliano l'arco alpino attraverso i passi Oberalp, Furka e Gottardo, circondate da cime imponenti come il Pizzo Rotondo e il Galenstock, l'incantevole panorama sarà una gradita ricompensa. Pranzo al sacco!
Durata:5/7 h
Difficoltà :EAI
Relazione:apri PDF
Tre giorni a Pian della Mussa: 14-15-16 marzo
Il Pian della Mussa è una località situata al termine della val d'Ala nelle valli di Lanzo. Si tratta di un vasto pianoro lungo più di 2 km formatosi dallo riempimento di un lago glaciale. Situato in provincia di torino, nel comune di Balme, vi nasce il fiume Stura di Lanzo, affluente di sinistra del Po. Il Pian della Mussa, meta storica e tradizionale di escursioni e passeggiate. L’estesa pianura, attraversata dalla Stura, si estende...

Iscrizioni aperte in sede, apri il PDF
Venerdì 24 marzo: assemblea annuale dei soci

Come ogni anno, si rinova l'assemblea dei soci, memto fondamentale per la vita associativa della sezione CAI. Invitiamo tutti a partecipare numerosi, con idee nuove per le prossime attività.

Scarica la Lettera

chiudi inizio

Aprile

Domenica 2 aprile: alla scoperta della Valle Olona
Dislivello:100 La Valle Olona è stata per anni un centro industriale molto attivo, dove le cartiere e le concerie davano lavoro a centinaia di persone. La linea ferroviaria della Valmorea collegava Castellanza con Mendrisio, ed è rimasta in funzione fino al 1977. Il progetto di riconversione della linea in pista ciclabile ha visto la luce nel 2010. A piedi percorreremo il tratto finale da Lonate Ceppino a Castiglione Olona con visita al monatero di Torba.
Durata:
Difficoltà :T
Relazione:Apri PDF
Giovedì 6 aprile: Corna Trentapassi (spostata da mercoledì 5)
Dislivello:1050 Ci troviamo sulla sponda nord-orientale del lago d’Iseo, nel quale si specchia la Corna Trentapassi. Il percorso risale il fianco nord-ovest della Corna che degrada ripido, a picco sul lago. E’ un percorso di impegno sia fisico che tecnico, dove l’esperienza di montagna risulta determinante. Difatti il sentiero richiede passo fermo, attento, sicuro, senza nessuna incertezza mentale in quanto presenta non brevi tratti di severa e marcata esposizione unita a ripidità e traccia stretta, tali da proibire qualsiasi mancanza di equilibrio. L’impegno tecnico riguarda il non difficile e relativamente breve percorso attrezzato, parte in ferrata e parte in sentiero, alternati però da qualche tratto non attrezzato ripido, esposto e con roccette da superare in facile arrampicata ma sempre con la massima attenzione. Lo spettacolo panoramico dalla cima ripaga poi l’impegno profuso su di un percorso severo, mentalmente impegnativo.
Durata:5h
Difficoltà :EE/EEA
Relazione:Apri PDF
Domenica 9 aprile: fotoescursione Bocca di Magra - Lerici
(viaggio in pullman, iscrizioni aperte)
Dislivello:360 Il CAI Parabiago e il fotoclub La Rotondina rinnovano la collaborazione per l'uscita di primavera e organizzano la classica traversata stavolta in provincia di La Spezia, esattamente da Bocca di Magra a Lerici, nel Golfo dei Poeti. Itinerario suggestivo, immerso nella macchia mediterranea ricco di finestre panoramiche, con scorci tra i più belli della Riviera di Levante. Giunti al “Piastrone” l'orizzonte ci regalerà emozioni uniche spaziando fino alle Alpi Apuane. Al termine della traversata, tempo libero da passare in spiaggia e/o per visitare Lerici. Pranzo al sacco e non dimenticate la macchina fotografica!
Durata:5h
Difficoltà :T/E
Relazione:Apri PDF
Mercoledì 19 aprile: sentiero balcone Finale Ligure - Spotorno
Dislivello:400 L’itinerario attraversa una delle zone più caratteristiche e affascinanti della Riviera di Ponente, dove le montagne calcaree contrastano con il blu intenso del mare, lungo un tratto di costa tra i più belli e incontaminati della Liguria. Numerose sono le Bandiere Blu della Comunità Europea collezionate da località come Finale, Spotorno, Noli o Bergeggi in questi ultimi anni. Se a questo uniamo un entroterra ricco di testimonianze storiche e bellezze naturalistiche, il Finalese possiamo considerarlo una meta irrinunciabile per un escursionista. Il percorso qui descritto è l'unione di diversi sentieri a mezza costa tra Finale e Spotorno.
Durata:6h
Difficoltà :E
Relazione:Apri PDF
Dal 22 al 24 aprile: rifugio Allavena
Un percorso molto vario ed interessante, una delle più belle escursioni sulle Alpi Liguri che taglia i dirupati versanti italiani dei monti Pietravecchia e Toraggio. In parte scavato nella viva roccia, l'itinerario è posto a ridosso delle montagne che fanno da spartiacque tra l'Italia e la Francia. Non a caso, in questa zona, sono ancora presenti resti e fortificazioni di opere militari, costruite a scopo difensivo a cavallo tra la prima e la seconda guerra mondiale. Il paesaggio è molto suggestivo in quanto segna anche una linea di confine tra la costa e il paesaggio alpino; questa collocazione ha contribuito a sviluppare un particolare tipo di flora difficilmente trovabile altrove. Proseguendo per la strada militare del Colle della Melosa è possibile raggiungere la Cima di Marta (m. 2138) e da qui il balcone di Marta, dove all'interno si trova un vero e proprio bunker.
Serata di presentazione martedì 11 aprile
Relazione:Apri PDF

chiudi inizio

Maggio

Sabato 6 maggio: Val Pogallo - VB
Dislivello:1050 La val Pogallo rappresenta una delle classiche vie di accesso in Val Grande. Particolarità del percorso è lo stesso sentiero che in alcuni tratti viaggia su "balconi" costruiti dall'uomo per permettere il passaggio dei materiali estratti nella valle, il cosiddetto sentiero "Sutermeister".
Durata:5h
Difficoltà :E
Relazione:Apri PDF
Martedì 9 maggio: Palestra di Arrampicata
1^ Serata: Le Basi dell'Arrampicata
Mercoledì 10 maggio: Monte Cravì e Castello della Pietra
Dislivello:600 Il Castello della Pietra di Vobbia, all’interno dei territori del Parco dell’Antola, può essere considerato il capolavoro dell’architettura castellana della Valle Scrivia e, forse, della Liguria intera. Arroccato quasi a completare il canyon della Val Vobbia, il castello colpisce il visitatore per la sua affascinante posizione, quasi “incastrato” sui due torrioni di roccia naturale (puddinga, ovvero conglomerato). Perfetto esempio di simbiosi con la natura, il maniero domina la stretta valle sottostante e a chi giunge da Isola del Cantone, in prossimità dell’antico...
Durata:5h
Difficoltà :E
Relazione:Apri PDF
Martedì 16 maggio: Palestra di Arrampicata
2^ Serata: Le Basi dell'Arrampicata
Venerdì 19 maggio: seconda serata pronto soccorso in montagna
Visto il riscontro positivo della serata sui principi di primo soccorso montano, abbiamo ritenuto di replicare con una seconda serata in cui verranno spiegati ulteriori argomenti teorico/pratici.
Siete tutti invitati venerdì 19 maggio alle ore 21 c/o la sala sotto i portici, adiacente alla nostra sede di Via De Amicis.
Interverrà nuovamente il personale della Croce Rossa Italiana, comitato di Legnano.
Apri la locandina
Domenica 21 maggio: Rif. Giumela - Passo Giumela
Dislivello:494 Rifugio
804 Passo
La Val Pontirone è una della più grandi della valli longitudinali della catena meridionale del massiccio dell’Adula. Il toponimo “Giumela” deriva dal latino gemellus nel significato di duplice, perché l’Alpe Giumela si trova nel punto in cui due pascoli, quello di Giumela e quello di Vedrign si incontrano. Abitata stabilmente da secoli, da un nucleo comunitario con un’organizzazione indipendente e autonoma, famosa per la realizzazione delle “sovende” scivoli per il legname è stata visitata da San Carlo Borromeo nel 1570 e nel 1639, e dall’arcivescovo della diocesi di Milano, cardinale Cesare Monti. Il rifugio inaugurato nel 2011 di costruzione modesta è stato mantenuto il più possibile allo stato originale, come testimonianza della vita d’alpeggio. Dotato di cucina a legna e a gas con otto posti letto è sempre aperto.
Durata:5-6 ore
Difficoltà :E
Relazione:Apri PDF
Mercoledì 31 maggio: Raduno Seniores
Dislivello: Raduno Regionale – Aprica (SO)
Durata:
Difficoltà :
Relazione:

chiudi inizio

Giugno

Dal 2 al 4 giugno: trekking Punta Marguareis
Dislivello: Le vette maggiori delle Alpi Liguri non si trovano in Liguria ma in Piemonte, oltre il solco del fiume Tanaro. La più alta è la Punta Marguareis, sul confine francese, cima di un bel gruppo calcareo aratterizzato da vasti pascoli, pareti dolomitiche e spettacolari altipiani carsici, con rocce corrose di colore chiaro e di aspetto lunare. Al centro di questo paesaggio affascinante si trova dal 1978 il Parco naturale Alta Valle Pesio e Tanaro, l’area protetta più meridionale del Piemonte, estesa sugli opposti versanti del Marguareis.
Durata:3 gg
Difficoltà :EE
Relazione:Apri PDF
Mercoledì 7 giugno: Gana Rossa (variata da esc. Camoghè)
Dislivello:700 al rif - 1000 alla cima La Capanna di Gana Rossa è un rifugio situato su un piccolo terrazzo da dove si può ammirare uno stupendo panorama sulle vette circostanti. La zona ha una ricca flora; vi regnano camosci, caprioli, cervi e marmotte. Un minuscolo laghetto nelle vicinanze dà un tocco poetico ai dintorni. Costruzione in muratura: Cucina, refettorio con stufa a legna, dormitorio per 12-16 persone, atrio con ripostiglio e servizio. Illuminazione con pannello solare. Aperta tutto l’anno.
Durata:3h
Difficoltà :E-EE
Relazione:Apri PDF
Domenica 11 giugno: cicloescursione al Panperduto
Dislivello: All'interno del progetto "Bicicliamo 2017" condiviso dai circoli di Parabiago e Nerviano di Legambiente e da FIAB Canegrate; la sezione propone un itinerario in bicicletta (cicloescursione) sulle rive del fiume Ticino a Somma Lombardo, per visitare il casello di guardia delle dighe del Panperduto, dove nasce il canale Villoresi. E' un'occasione unica adatta a tutti per ammirare la natura dei luoghi, le opere di ingegneria idraulica, la scala dei pesci e il museo italo-svizzero delle acque.
Durata:6 ore + soste e visite
Difficoltà :E
Relazione:Apri PDF
Venerdì 16 giugno: serata natura
Mammiferi delle Alpi nel Mont Fallère
Sabato 17 giugno: Pizzo di Trona
Dislivello:1100 m. Bellissimo itinerario in ambiente vario e selvaggio, la salita segue la cresta nord-ovest. E’ un’escursione molto bella, al limite tra l’escursionismo impegnativo e l’alpinismo facile. L’itinerario è attrezzato con catene metalliche, non su tutta la via, soltanto nelle parti più esposte dove ci sono passaggi di primo e secondo grado x breve tratto. E’ consigliabile controllare sempre l’effettiva efficienza della catena.
Durata:6/7 ore
Difficoltà :E-EEA-F/PD
Relazione:Apri PDF
Mercoledì 21 giugno: Corna Piana
Dislivello:800 La Corna Piana è una montagna delle Prealpi Bergamasche alta 2.302 m. È situata a cavallo tra la Val Brembana e la Val Seriana, in Provincia di Bergamo. La sommità è formata da una cresta sulla quale spiccano le due vette che si trovano una all'estremità est e l'altra, la più alta, a ovest. La cima est raggiunge i 2.226 m. s.l.m., mentre quella ovest è alta 2302 m. A sud della Corna Piana è situato il Pizzo Arera, mentre a nord una lunga e sottile cresta la collega al Corno Branchino e, più a nord, al Monte delle Galline. Un avvallamento formatosi tra il rilievo della Corna Piana e il Corno Branchino ospita il Lago Branchino, laghetto alpino di modeste dimensioni alimentato dallo scioglimento delle nevi e dall'acqua piovana.
Durata:3h
Difficoltà :EE
Relazione:Apri PDF

chiudi inizio

Luglio

Domenica 2 luglio: giro del colle del Nel (spostata da sabato 1)
Dislivello:950 L’escursione si svolge nella parte meridionale del Parco Nazionale del Gran Paradiso, sito nelle Alpi Occidentali, sezione Alpi Graie. Il parco comprende quasi totalmente il massiccio del Gran Paradiso la cui vetta principale, coi suoi 4.061 m d’altezza, è l’unico “quattromila” interamente in territorio italiano. L’ascensione, che presenta uno sviluppo di poco superiore agli 11 km ed un dislivello di circa 1000 m, permette di avvicinarsi al severo versante settentrionale della Levanna Centrale...
Durata:6h
Difficoltà :E
Relazione:Apri PDF
4 e 5 luglio: rif Albani e ferrata Della Porta
Dislivello:1°g. 900
2°g. +500 -1170
Il Monte Visolo rappresenta una delle tante cime che compongono il dolomitico massiccio della Presolana e, seppur non ne sia l´elevazione maggiore, risulta l´unica sommità raggiungibile attraverso una via ferrata, molto interessante per il suo svolgimento e che ricorda per paesaggi e passaggi le più rinomate vie ferrate dolomitiche. Punto di partenza e arrivo non coincidono, è per altro necessario attrezzarsi a riguardo.
Durata:1°g 2h30'
2°g. 6h30' totale
Difficoltà :E/EEA
Relazione:Apri PDF
Venerdì 7 luglio: progressione su ghiacciaio
Il CAI di Parabiago organizza per venerdì 7 luglio presso la propria sede una serata di teoria sulla progressione in cordata su ghiacciaio, si presenteranno le prossime salite alpinistiche sociali, pertanto sono caldamente invitati a partecipare chi vorrà farle, portando il proprio equipaggiamento in caso in caso di dubbi o per un semplice controllo.
La serata sarà tenuta dagli istruttori della scuola di alpinismo e scialpinismo "Guido della Torre"..
Inizio ore 21.15, ingresso libero. Apri locandina
15 e 16 luglio: rif degli Angeli e Testa del Rutor (3486 m.)
Dislivello:1°g. 1040
2°g. +570 -1600
L'ascensione alla Testa del Rutor rappresenta un'ottima occasione da una parte per cimentarsi con i rudimenti della conduzione di cordata e per un primo approccio all'uso di ramponi e piccozza, dall'altra per godere di una panoramica meravigliosa su tutte le cime più celebri delle Alpi Pennine, dal Monte Bianco al Grand Combin al Monte Rosa, e delle Alpi Graie, dal Gran Paradiso all'Alta Savoia. La salita avviene percorrendo il Ghiacciaio del Morion, che non presenta particolari difficoltà...
Durata:1°g 3h30'
2°g. 7h totale
Difficoltà :F
Relazione:Apri PDF
17-20 luglio: giro dei 5 passi antronesi e ferrata del lago
Si propongono 4 giorni di escursioni in Val Antrona, tributaria della Val d'Ossola, con base logistica al rif. Andolla a m. 2061 di quota.
Di proprietà della Sez. CAI di Villadossola, il rifugio domina la sottostante val Loranco, in posizione molto panoramica, prende il nome dal sovrastante Pizzo Andolla: una splendida piramide rocciosa che si eleva lungo la frastagliata cresta che dal Passo di Monte Moro raggiunge quello di Zwischbergen, una catena di monti che corre sui 3000 metri di quota e si getta sul versante di Antrona con pareti verticali che si perdono in infinite sassaie. La discesa sul versante vallesano...

Iscrizioni entro il 14 luglio, posti limitati.
Apri PDF
22 e 23 luglio: rif BritanniaHutte - Strahlhorn (4190 m.)
Dislivello:1°g. 1300
2°g. +1250 -1380
Questa montagna è una delle cime più facili e panoramiche del settore dei Mischabel e il suo toponimo, tradotto in italiano, corrisponde a corno fuggente. Il versante nord sopra l' Allalingletscher (giacciaio di Allalin) è completamente glaciale e su di esso si svolge la via normale proveniente dalla Britanniahütte, che affronteremo il secondo giorno. Il percorso è piuttosto lungo (circa 8 km solo la salita alla vetta), ma non presenta particolari difficoltà. Il dislivello dal rifugio è di 1250 m.; difficoltà : F+
Durata:1°g 4h
2°g. 5h salita
Difficoltà :F+
Relazione:Apri PDF

chiudi inizio

Agosto

27-31 agosto: trekking nelle Dolomiti d'Ampezzo
Parco Naturale Dolomiti d’Ampezzo.
Quattro semplici parole che invogliano a caricarsi lo zaino in spalla e a cominciare a camminare. Cinque giorni per visitare uno dei parchi più caratteristici di tutte le Dolomiti, dove troviamo alcuni tra i massicci più maestosi e imponenti di questa catena. Spazi dove la natura fa da padrona presentando un ambiente brullo e prettamente dolomitico. Luoghi ricchi di storia: visiteremo i punti storici, teatro di cruenti scontri durante la prima guerra mondiale, attraverseremo le gallerie realizzate dai soldati e vedremo le ricostruzioni delle postazioni militari.

Serata di presentazione venerdì 23 giugno presso la sede cai h 21.15.
Apri PDF

chiudi inizio

Settembre

3 settembre: ferrata Cimalegna
Dislivello:950 totali La via Ferrata di Cimalegna è stata dedicata alla guida alpina di Alagna Emilio Detomasi, è stata costruita nel 2002 dalle guide alpine del corpo guide locale. L'itinerario offre una spettacolare vista sul gruppo del Monte Rosa con passaggi a volte atletici ed esposti, che richiedono forza ed agilità per essere superati.
Durata:5h
Difficoltà :EEA
Relazione:Apri PDF
13 settembre: Motta di Pletè
Dislivello:800 m. Una delle più piacevoli gite che si possano fare da Cervinia è l’ascensione al Bec Pio Merlo. Ma chi ricorda ancora il sentiero nascosto che porta alla Motta di Plété? Nel 1868 Georges Carrel scriveva della Motta di Plété: “È un magnifico promontorio di 2866 metri di altezza, posto a Nord in cima ai pascoli di Cleva-Greusa e della Manda. Vi si arriva facilmente in 4 ore. Con qualche sistemazione al sentiero i muli potrebbero salire fino alla cima. È veramente una bella passeggiata...
Durata:6h
Difficoltà :EE
Relazione:Apri PDF
17 settembre: monte Altissimo
Dislivello:885 totali Questa proposta del progetto i Sentieri della Memoria ci porta a visitare la linea del fronte della Grande Guerra, combattuta nella parte settentrionale della catena del Monte Baldo, tra il Lago di Garda e la valle dell'Adige, oggi in provincia di Trento. Il percorso è facile, adatto a tutti e si sviluppa su sentieri e mulattiere. Regala molte soddisfazioni agli amanti della flora endemica del Baldo...
Durata:5h
Difficoltà :E
Relazione:Apri PDF
27 settembre: passo del Gries
Dislivello:900 m. I passi del Gries e di san Giacomo sono stati nei secoli passati due importanti vie di comunicazione fra Italia e Svizzera. In particolare il passo del Gries, fino al XVIII secolo, fu la via più diretta tra la Lombardia e Berna e la strada preferita dai "Lampert", i mercanti lombardi che esercitavano i loro traffici col mondo tedesco. Il valico rimaneva aperto anche in inverno! Perse la sua importanza con l’apertura della strada del Sempione da parte di Napoleone. Noi faremo un giro ad anello con partenza da Riale...
Durata:9h
Difficoltà :E
Relazione:Apri PDF

chiudi inizio

Ottobre

8 ottobre: via Priula
Dislivello:860 m. Bella e lunga escursione con partenza dalla Via Priula, consigliata ad escursionisti esperti con un buon allenamento.
Il percorso si sviluppa all'interno del Parco delle Orobie Bergamasche al confine dell’omonimo parco delle Orobie Valtellinesi con eccellenti occasioni di osservare soggetti di fauna alpina, stambecchi e camosci, in un ambiente di rara bellezza. Notevole il panorama.
La Via Priula è un percorso escursionistico di elevato valore storico. Esso segue da vicino il tracciato dell’antica strada commerciale realizzata nel 1593 dal podestà veneto di Bergamo Alvise Priuli per collegare...
Durata:6h
Difficoltà :EE
Relazione:Apri PDF
11 ottobre: giro dei laghi della val Girola
Dislivello:1000 m. I laghi in questione sono quattro e si trovano incastonati tre le pareti rocciose dei Pizzi: Tre Signori, Trona, Varrone e Tronella. Due di essi, il lago dell'Inferno e quello di Trona,sono stati sbarrati da dighe che ne hanno aumentato la superficie mentre i piccoli laghi Zancone e Rotondo sono rimasti nel loro alveo naturale. Sono situati intorno ai 2000mt. di quota e raggiungerli richiede quindi un buon impegno fisico che verrà però corroborato da un piacevole percorso tra verde, roccia e naturalmente acqua.
Durata:6h
Difficoltà :EE
Relazione:Apri PDF
21 ottobre: foliage in val Vigezzo
Dislivello:400 m. Questa proposta ci porta a visitare una delle 7 valli ossolane: la Val Vigezzo. Conosciuta come valle dei pittori per la storica presenza di paesaggisti e ritrattisti, è famosa anche per gli spazzacamini e per il santuario della Madonna del Sangue di Re. Una lenta escursione per ammirare il foliage: la variazione dei pigmenti delle foglie tipica dell'autunno, che trasforma i boschi in una tavolozza di mille colori! L' itinerario si snoda tra gli 800 e 1200m di quota dove troviamo abeti sempreverdi, faggi, betulle, querce, roverelle, ontani...
Durata:4h
Difficoltà :E
Relazione:Apri PDF
25 ottobre: capanna Scaletta
Dislivello:960 m. L'ambiente rude e selvaggio nella quale si trova, il frequente incontro con stambecchi danno alla capanna un carattere propriamente alpino. Realizzata ex novo nel 1995 nella sua tipica forma triangolare, la capanna Scaletta è stata ristrutturata nel 2008/09 con l'aggiunta di un corpo a tetto piatto. Essa sorge accanto al piccolo rifugio invernale risalente al 1948 (un tempo proprietà dell'Esercito svizzero) pure ristrutturato dalla SAT Lucomagno nel 1998, La capanna si trova poco lontano dal Passo della Greina, in un ambiente alpino affascinante dove non è difficile scorgere marmotte o stambecchi. Possibili ascensioni a diverse cime e traversate verso le capanne di Motterascio-Michela o del Terri, o ancora verso la capanna Medel.
Durata:3h30'
Difficoltà :E
Relazione:Apri PDF

chiudi inizio

Novembre

Venerdì 3 novembre: Meteorologia e cambiamenti climatici
Mercoledì 8 novembre: Monte Rama
Dislivello:960 Liguria (GE)
Durata:
Difficoltà :E
Relazione:
Domenica 12: gita e pranzo sociale
Dislivello:
Durata:
Difficoltà :
Relazione:
Domenica 19 novembre: Lago Campliccioli (VB)
Dislivello:400 Valle Antrona (VB)
Durata:
Difficoltà :E
Relazione:
Mercoledì 22 novembre: Savogno e Dasile
Dislivello:700 Borgonuovo di Piuro (SO)
Durata:
Difficoltà :E
Relazione:

chiudi inizio

Dicembre

Domenica 3 dicembre: Monte Nero, Monte Bue
Dislivello:550 Val Nure (PC)
Durata:
Difficoltà :E
Relazione:
Mercoledì 6 dicembre: Anello Monte Pasquella
Dislivello:800 Val d’Intelvi (CO)
Durata:
Difficoltà :E
Relazione:
Domenica 17 dicembre: escursine di fine anno
Dislivello:
Durata:
Difficoltà :
Relazione:
Mercoledì 20 dicembre: escursione con panettone!
Dislivello: Escursione con panettonata in Rifugio
Durata:
Difficoltà :
Relazione:

chiudi inizio

Mappa

Dove andremo quest'anno?

Guarda su questa mappa tutte le proposte del nostro programma.

Tesseramento

Iscrizione al CAI

Come e, soprattutto, perchè iscriversi al CAI. Se poi scegliete quello di Parabiago, ancora meglio.
Costi, moduli e tutto quello che vi serve sapere per associarvi.

Regolamenti

Regolamento

Testo integrale del regolamento interno alla sezione per la gestione e la partezipazione alle gite.

Meteo

Meteo Italia

Vuoi scoprire che tempo farà? Cerca fra le regioni, provincie e comuni... e spera che sia bello!